“Azienda Fratelli Carrino: allevatori da generazioni. Dove il cuore della Capitanata arriva sulla tavola”

Le domeniche alla Tarallucci&Vino sono quelle in cui il contatto con la natura, con la terra, con l’etica, i valori positivi e la cultura della buona tavola, mi riempono di entusiamo.

Domenica 24 Febbraio in una giornata ventosa, ma soleggiata ho scelto nel mio weekend pugliese di fare visita all’Azienda dei Fratelli Carrino, a San Giusto (https://goo.gl/maps/PY21Y), un piccolo borgo di campagna nella Capitanata vicino Lucera (FG).

In azienda mi accoglie Cristoforo Carrino, uno dei fratelli di ultima generazione della famiglia di allevatori transumanti provenienti da Frosolone (Molise), ormai definitivamente stabilitasi in questo luogo.

Cristoforo è veterinario e assieme ai suoi fratelli, alleva gli animali più tipici della campagna pugliese: pecore di razza “Gentile di Puglia”, cavalli, “Asini di Martina franca”, mucche Podoliche e non per ultime, le Bufale per la produzione di latte.

La qualità di vita che Cristoforo ha creato per le sue bufale è praticamente unica nel suo genere, questi animali, infatti, dispongono oltre che di una vasca di fango che utilizzano per proteggersi dai parassiti, di un intero invaso dove trascorrono ore a rilassarsi beatamente. Una vera rarità questa, in un territorio avaro proprio di acque.

Le bufala e il break

L’allevamento delle bufale è stata una delle scelte di innovazione coraggiosa che Cristoforo ha scelto di fare, rispetto al padre; scelta che ha avuto il suo successo in seguito.

Le Bufale dell’azienda Carrino immerse nella natura

Bisogna osare per cambiare, crescere e raggiungere degli obiettivi!
L’invaso nell’azienda è quello che cattura le acque del Torrente Celone, ed è conosciuto come la Diga di San Giusto, luogo divenuto famoso durante la sua costruzione, quando, qui, emersero i resti di un antico villaggio paleocristiano oggi andato completamente sommerso dalle acque.
Il fronte della diga, durante la sua costruzione, venne interamente realizzato con materiali del luogo, quali argilla e pietre di cava, materiali che a distanza di anni hanno permesso il completo ripopolamento di uccelli acquatici scomparsi da tempo in questi luoghi. Oggi è possibile ammirare questi uccelli mentre sostano sulle schiene delle bufale immerse in acqua.

La cosa che mi ha colpita nella passeggiata in azienda all’aperto è la serenità degli occhi degli animali qui presenti, dai cani in libertà, agli occhi delle pecore e agnellini, come delle bufale.

Mi è stato insegnato che se un animale non ha paura di avvcinarsi ad un umano, vuol dire che viene trattato bene dall’uomo.

Cristoforo mi ha spiegato come conducono la transumanza delle pecore durante l’anno, ha condiviso pezzi di racconti legati al mondo della tradizione dell’allevamento, in un mondo che per lui raccoglie la tradizione della sua famiglia e la sua volontà di innovazione.

Cristoforo ama il suo lavoro, ama la sua terra e i suoi animali, soprattutto è coraggioso e si batte perchè i prodotti derivati dagli animali allevati in azienda siano di qualità, a tutela del cliente e di chi lo sceglie.

Criostoforo è un uomo con profonda etica e fa parte con altri allevatori del LAC ( Liberi Allevatori Capitanata) per tutelare i valori con cui porta avanti la sua attività.
Il latte ricavato dall’allevamento è utilizzato presso i caseifici campani che lo trasformano in Mozzarella Campana DOP, tuttavia, due mattine a settimana ( il Sabato e Domenica mattina) è possibile, per chi lo desidera, acquistare la mozzarella di bufala prodotta in loco presso lo spaccio aziendale.

Non solo mozzarelle, trovate anche ricotte e formaggi stagionati fatti con il latte di bufala, sono tutti deliziosi.

Le bontà prodotte nell’azienda Carrino

Trovate la bresaola fatta con la carne di bufala e pezzi di carne macellata, già confezionate.

C’è un catologo piccolo cartaceo nel punto vendita con tutti i pezzi di carne che potete acquistare.

Il catalogo delle carni

L’azienda Carrino produce anche olio biologico e derivati dalla lana delle pecore, tutti capi morbidissimi. Trovate della pasta secca realizzata dal grano imperatore dei Carrino, lavorato poi dall’azienda Daunia&Bio op di Foggia e nel pastificio abruzzese Verrigni.

I tre loghi delle tre aziende che producono la pasta sono presenti sulle confezioni, questo l’ho apprezzato perchè evidenziano il concetto di rete e la tracciabilità dei pezzetti della filiera, dall’orgine al prodotto finito.

Il concetto di rete, a me caro, è presente anche all’interno dello spaccio è possibile trovare anche altri prodotti, realizzati da persone animati dalla stessa passione e attenzione per i prodotti biologici.

Ci sono prodotti a cui Cristoforo e i suoi fratelli hanno scelto di dare spazio, essere conosciuti e venduti.

Trovate : mieli biologici dell’Azienda Agricola Iannelli Assunta, vino rosso Cacc’e mitte tipico del teritorio lucerino di produttori locali.

La visita all’azienda Fratelli Carrino è stata davvero interessante oltre essere tornata a casa con una tale quantità di bontà😋; non posso che consigliarvi di andare a fare un po’ di spesa presso lo spaccio dell’azienda se abitate nella zona o se ci capitate in zona per un viaggetto.

Il sabato e la domenica mattina Cristoforo e suoi fratelli vi accoglieranno e seguiranno.

Per me è stata più di una semplice visita per Tarallucci&Vino, per me è stato tornare alle mie origini.

In questa zona abitavano i miei nonni paterni, in questo borgo della campagna daunia ci è cresciuto mio padre, è come se si fosse chiuso un cerchio quel giorno.

Quando si chiude un cerchio una sensazione di pace ti riempie e non è detto che sia la fine, è possibile si aprano altre pagine, pagine piene di novità 😊.

Azienda fratelli Carrino vi aspetta con il cuore aperto 😉, io ve la consiglio con grande stima.