Aziende agricole

Azienda La Galassa: un’esplosione di energia!

Quando la passione per ciò che si fa’ incrocia la professionalità, l’entusiasmo, il coraggio e un pizzico di follia il risultato non può che essere  meraviglioso come quello che ho potuto vedere e assorbire dalla visita all’azienda La Galassa.

L’azienda La Galassa è in Polesine, a Gavello ( Rovigo) ed è un’oasi immersa nella natura, nel rispetto di essa e in armonia con essa in tutto.

Sono stata accolta dal vulcano Giovanna Zecchin, cuore dell’azienda e dal suo collaboratore Paolo Boreggio,  amante di  fotografia.

Quello che mi ha colpito di Giovanna e del suo modo di presentare l’azienda di famiglia dove ognuno ha un ruolo ben preciso, è stata la spontaneità e la flessibilità con una dote che io ritengo essenziale, la sincerità.

L’azienda La Galassa produce prodotti della terra con una grande attenzione al biologico, passando attraverso il sistema integrato che io non conoscevo. Ho percepito la difficoltà di tutelare e di arrivare a certi risultati. Risultati che non avvengono con improvvisazione  e affidandosi alla natura, ma capendola tramite tentativi e studi affidati ad esperti che aiutano la Galassa a raggiungere ciò che è nella sua missione.

L’azienda La Galassa si focalizza sulla freschezza e originalità dei prodotti, cercando di sviluppare nella mentalità del consumatore l’importanza dei prodotti a km 0.

Quello che mi è piaciuto della Galassa è la versatilità e la capacità di passare da un settore di produzione o di servizi in un modo sempre accurato ed umano. Mi ha colpito la capacità di fare scelte coraggiose a volte al di là del profitto.

Alla Galassa hanno capi di bestiame di bovino di varia razza che vengono poi macellati e la carne di qualità viene venduta a Crespino in macelleria del paese o nei mercati sul territorio a cui partecipano.

La Galassa è una fattoria didattica certificata e vengono organizzati durante l’anno laboratori con le scuole e non su prenotazione per permettere ai bambini di entrare in contatto con gli animali, la natura e l’origine dei prodotti che qui vengono realizzati come le mele.

Potete dare un’occhiata al sito per capire la bellezza nella semplicità dei laboratori che vengono fatti, nella semplicità c’è la grande bellezza sempre.

La Galassa ha una vasta zona di meleti che Giovanna mi ha portato a vedere, dove ci sono qualità di mele di 4 tipi tra cui la Pink Lady e la Modì. Le mele vengono prodotte, seguite e raccolte nel rispetto della natura e dell’ecosistema che circonda l’area. Nei meleti vengono organizzati dei laboratori sensoriali bellissimi, dove i bambini toccando e abbracciando gli alberi entrano in contatto con la flora.

La Galassa ha anche uno spaccio, che in questa fase è chiuso per dei lavori di ristrutturazione dove si andranno a creare spazi per laboratori e futuri progetti da valorizzare in futuro.

C’è in ballo anche l’idea entusiasmante di creare un agriturismo e i tavoli saranno allestiti all’esterno in un’atmosfera immersa nella bellezza , non voglio svelare troppo ma quando ci sarà l’inaugurazione io ci sarò sicuramente, e voi?

Tutte le informazioni e i contatti li potete trovare sul sito di questa azienda piena di amore e di energia, dove Giovanna insieme a suo marito, ai suoi figli e i suoi collaboratori porta avanti non solo un progetto coraggioso di azienda biologica ma anche un bagaglio di valori umani etici e di vita che vanno verso un futuro migliore di vita per tutti, in equilibrio con la natura, con se’ stessi e in comunità.

Posso dire solo questo, la Galassa è un’azienda da conoscere, annusare e visitare. Dopo che l’avrete conosciuta non potrete che amarla ne sono sicura :).

 

 

 

 

Mi chiamo Mariangela Ienco, sono nativa di Rovigo con origini pugliesi. La mia natura mezza Veneta di nascita, ma di origini pugliesi ha sempre influenzato la mia natura ibrida nella personalità e nelle passioni. Dalla mia identià"meticcia" viene il nome che ho scelto per il blog: i taralli sono il simbolo della tavola pugliese mentre il vino è sicuro uno dei simboli della tavola veneta. Lo stesso detto "Tarallucci e Vino" nel dire comune pugliese, terra dei miei genitori, indica un atteggiamento di trovare anche nelle difficoltà il modo di sdramatizzare le difficoltà in modo conviviale con un bicchiere di vino e un tarallo, un modo semplice di andare oltre, un simbolo dello stare assieme e di convivialità. Sono laureata in organizzazione di eventi culturali. Amo la fotografia e il modo in cui riesco a esprimere il mio modo di vedere il mondo tramite essa. Mi piace viaggiare e cogliere i dettagli in ciò che vivo e conosco, sono trascinata dalle emozioni generalmente e dalla sensibilità. Ho una passione per il cibo e il legame che racchiude con la specificità del territorio in cui vengono prodotti, credo che i prodotti enogastronomici possano diventare veicolo di valorizzazione del nostro bel paese. Stimo i produttori che credono in ciò che portano avanti con fatica e passione, mi piace conoscerli e raccontare le loro storie e valorizzarli. Amo andare al cinema, andare a concerti e ascoltare la musica e cucinare per le persone a cui voglio bene. Adoro il mare e vorrei viverci, mi piace il contatto con la natura. Ho una nascente passione per i viaggi con lo zaino, ne ho fatto uno a Pantelleria e da lì è stato amore a prima vista. Il primo di tanti.

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *